Arte nella terra e nel cuore del Friuli: Heart(h)

Writers, artisti e musica dal vivo sul fiume Stella

Dal 24 al 28 settembre si terrà presso il Centro di Aggregazione artistico culturale ArtPort la sesta edizione dell’ happening artistico Heart(h).

hearth2

Sede di Art-Port, “Casa del Marinaretto”
Foto di Dario Molinaro

Dal 24 al 28 settembre si terrà la consueta edizione annuale di uno degli eventi più attrattivi della Bassa friulana e dell’intera regione, all’insegna di arte, musica e creatività. Sei anni son passati dall’anno in cui per la prima volta la rassegna Heart(h) sbuca fuori dal cappello dell’associazione Artport, centro di aggregazione giovanile artistico-culturale che ha sede nella casa del Marinaretto a Palazzolo dello Stella. Chi conosce la zona della Bassa friulana potrà comprendere la similitudine con il mago che estrae il coniglio dal cappello, a significare che l’invenzione di questo evento, in cui l’incontro tra realtà e persone di diversi background e provenienze si trasforma nella creazione di qualcosa di artistico accessibile a tutti, ha rappresentato una sorta di magia su un territorio, che da questo punto di vista resta, ahimè, ancora piuttosto arido durante il resto dell’anno.
Questo “qualcosa” di artistico è il risultato di ciò che accade nell’arco di
quattro giornate in cui gli artisti e writers dipingono dal vivo e creano le loro installazioni ispirati dal “via-vai” di persone estranee, cui è consentito di guardarli all’opera, e dalla location suggestiva dell’evento, sulla riva del fiume Stella, a ridosso di un piccolo ponte che collega l’argine incontaminato di Palazzolo dello Stella con il piccolo centro del comune di Precenicco.

La pittura dal vivo, pur restando una delle peculiarità più entusiasmanti dell’evento, non è tuttavia l’unica, anzi. Oltre a dipinti e installazioni, l’edizione di quest’anno offrirà grande spazio alle arti grafiche, al fumetto e alla fotografia. Per quanto riguarda le opere di gran formato alla cui realizzazione sarà possibile assistere in presa diretta, gli artisti di quest’anno sono sei: Valentina Aglieri, Alice Biondin, Gianluca Coradazzi, Simone Miani, Laura Pozzar e dal writer Ricks Icks.
La sezione dedicata al fumetto presenterà le tavole di tre diversi artisti, mentre le mostre fotografiche vedranno la partecipazione di cinque diversi autori. L’area più folta di artisti è quella riservata al wall di opere grafiche, tra cui quelle di nomi affezionatissimi dell’evento Heart(h) dalla sua nascita. Un’ulteriore sezione, benchè più contenuta nel numero, sarà poi dedicata alle video-installazioni.
La commistione di queste diverse arti compone un luogo di creatività davvero variegato e riporta l‘uno vicino all’altro diversi modi di interpretare la natura e la terra, ma forse ancor di più diverse espressioni dell‘animo. Ed è proprio dall’unione di natura e cuore che nasce “Heart(h)“.

Foto di Dario Molinaro

Scatto da un’edizione precedente
Foto di Dario Molinaro

A riempire ancor di più questo festival delle espressioni artistiche visive non manca l’elemento dell’arte musicale.

Infatti, sei proposte musicali diverse si alterneranno tra giovedì 26 e sabato 28 settembre: apriranno la serie i Kriptoskopia, per poi continuare il giorno seguente con Candida Kandiskij e Copral in una doppia esibizione e concluderanno la giornata di sabato un dj-set a opera di Sonic e i live dei Volvodrivers e dei Greatings from Venice.

Per chi non riesca a godersi interamente l’evento a partire dal primo giorno ed essere spettatore della produzione delle opere dal vivo a fianco agli artisti, la giornata inaugurale è prevista per sabato 28, alle ore 18.00, mentre sarà possibile visitare l‘intera l’esposizione all’interno del Centro fino al 20 ottobre.

Insieme all’invito a non perdervi quest’evento entusiasmante e di portata davvero originale, spendo le ultime righe per ricordare che la bellezza di questo progetto oltre che a delle intuizioni, che come tali nascono dalle diverse sensibilità che fanno parte di Art-port, deve molto al lavoro costante e appassionato di un gruppo di ragazzi tra i 20 e i 30 anni che da anni rinnovano il loro entusiasmo per riproporre Heart(h), aggiungendo a ogni edizione nuovi spunti e ricreando nuovi incontri. Gruppo che, sin dalla nascita, riceve le sue più forti motivazioni dall’ideatore originario, Gian Piero Promutico, che continua a credere e dare respiro sia all’evento, insieme all’immancabile Maba, con lui ideatore e artista della rassegna; sia all’associazione Art-port stessa, nell’intento di valorizzare e dare opportunità ai giovani del territorio di ricrearsi da sè quelle risorse che a questi è altrimenti spesso difficoltoso trovare. Di quest’intento, Heart(h) rappresenta un importante e consolidato successo.

E‘ possibile consultare il programma completo di Heart(h) sul sito: http://www.art-port.org/hearth/

Qui Pagina fb dell’evento, per aggiornamenti in tempo reale.

Visualizza qui la locandina dell’evento.

Annunci